Praticamente Pensando - Filosofia in azione

Il pensiero è la prima leva strategica della vita. Noi la chiamiamo “filosofia”. E tu puoi prenderla così: è la strategia che ti insegna a pensare, ti aiuta ad agire e a disegnare la vita che desideri. 

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Karl Marx e la crescita personale: tre strategie per migliorare la tua vita

 

                                            Karl Marx e la crescita personale? 

 

Karl Marx e la crescita personale? Ma siamo diventati matti? Che c’entra Marx con la crescita personale?

A prima vista, l’establishment della crescita personale direbbe: niente!

…Eppure, non è così: Marx c’entra con la crescita personale, eccome se c’entra.

 

Per almeno 3 ragioni:

 

  1. Nel celebre Manifesto del partito comunista (1848), che oggi possiamo leggere con nuove lenti ed al di là delle schermaglie ideologiche, Marx ed Engels (ma è sempre Marx il genio di riferimento), descrivono il potenziale umano che si sviluppa nella storia, distruggendo vecchie forme di schiavitù e creando nuove forme di libertà, come pochi autori sono riusciti a fare:

Ecco il testo:

“La borghesia ha messo in chiaro come la brutale manifestazione della forza, che i nostri
reazionari ammirano nel Medioevo, avesse il suo appropriato complemento nella più dozzinale
poltroneria. Essa per prima ha dimostrato cosa possa l’attività umana. Essa ha creato ben altre
meraviglie, che non le piramidi egiziane, gli acquedotti romani e le cattedrali gotiche; essa ha
condotto ben altre imprese che non le migrazioni dei barbari o le crociate. La borghesia non può esistere senza rivoluzionare di continuo gli strumenti della produzione, il
che vuol dire i modi e i rapporti della produzione, ossia, in ultima analisi, tutto l’insieme dei
rapporti sociali”.

In poche righe, c’è giù tutto il nostro mondo. Sembra la versione di sinistra del movimento del potenziale umano: la borghesia “ha dimostrato cosa possa l’attività umana”.

E’ uno sguardo che guarda la classe sociale-borghesia, ma è chiaro che non c’è classe sociale senza tipi individuali, uomini, creatori di ricchezza e benessere: l’atteggiamento creativo e teso a cambiare la realtà è uno degli scopi della crescita personale. Noi lo inseriamo anche nella categoria del “reinventarsi” e, dunque, reinventare la realtà personale e sociale, insieme.

 

2.  Marx, nella sua opera maggiore, Il Capitale, spiega con chiarezza che il capitalismo si sviluppa attraverso le crisi. Senza crisi, non c’è crescita. In altre parole, il mondo si muove tra caos e (nuovo) ordine, insomma, per il barbuto critico del capitalismo, non c’è niente di meglio di una bella crisi per far capire a tutti che stiamo vivendo in una “caordic age”.

Caos + ordine = crescita.

Ray Dalio afferma: dolore + riflessione = progresso.

Marx e Dalio non sono così distanti.

E Dalio è un uomo che ha fatto della crescita del potenziale umano e delle applicazioni di certi principi, abilità e strategie il suo cavallo di battaglia.

 

3. Last but not least. Marx, in uno scritto, stracitato da addetti ai lavori e non, ha affermato:

“Finora i filosofi hanno solamente interpretato il mondo, ora si tratta di trasformarlo”.

La filosofia di per sé non basta, se non è orientata attivamente verso uno scopo più grande.

Noi diciamo…

Orientamento attivo verso il mondo

 

E’ il progetto di PP (Praticamente Pensando)

 

Condividi i nostri contenuti su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su tumblr
Tumblr
Condividi su skype
Skype
Praticamente Pensando