Articoli e contenuti
Leggi in sequenza tutti i nostri articoli
Clicca qui
Pubblicazioni e corsi
Visita il nostro negozio online, con Pubblicazioni, Video e Audio corsi
Clicca qui
Contatti
Invia un messaggio, una domanda, o richiedi una consulenza online
Clicca qui
Privacy and Policy
Informazioni per la privacy & policy
Clicca qui
Forum
Accedi al nostro forum per esporre le tue domande e punti di vista
Clicca qui
Sondaggi
Rispondete ad alcuni brevi sondaggi per aiutarci a comprendere meglio le vostre esigenze formative
Clicca qui
Consigliati per Voi
Alcune risorse, libri, video e altro ancora che vi consigliamo di leggere e guardare per approfondire alcune tematiche
Clicca qui
Precedente
Successivo

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Modellare i migliori, si può, guardati intorno

Modellare ci viene naturale. Non facile, ma naturale, è diverso. In quanto naturale, è semplice. Ma non facile.

Nel bene come nel male. Un esempio di scuola è il famoso esperimento della bambola Bobo, condotto dallo psicologo sociale Albert Bandura, il teorico della self-efficacy o autoefficacia e del modeling: come i bambini apprendono l’aggressività.

Modellare per apprendere e imparare. Modellare significa penetrare il pattern dell’eccellenza di un soggetto capace di raggiungere elevati livelli di performance, creatività, capacità strategica, genialità, etc. Occorre osservare questa esperienza soggettiva, portata alla luce da questo individuo, e ricalcare le azioni, il modo di affrontare i problemi, le strategie cognitive (il pensiero orientato all’azione ed alla produzione, detto alla PP (Praticamente Pensando), l’orientamento attivo verso il mondo).

Come si fa a modellare bene un soggetto di gran classe e giunto all’apice dell’eccellenza?

Innanzitutto, occorre scovarlo. Basta guardarsi intorno, ce ne sono sempre. E non sono i “soliti noti”, i più famosi, i più gettonati o “paparazzati”, nient’affatto. C’è il manager in pensione, che ne ha viste tante ed ha strutturato pratiche di management intelligente ed efficace. C’è l’imprenditore che ha lasciato l’azienda in mano ai figli e che ha bisogno di dare ciò che ha, a sua volta, ricevuto, e sperimentato, con successo. C’è lo scrittore stagionato e che ha fatto la gavetta, con pubblicazioni di livello alle spalle, magari anche con esperienze giornalistiche, un professionista completo, da afferrare al volo.

Ecco la lezione, l’unica, da imparare: mettiti alle costole di uno così, qualunque sia il tuo interesse o il tuo settore, e spremi più che puoi da questo tesoro. Segui il ritmo del suo metodo, ascolta i suoi consigli, inondalo di domande mirate, orientate ad uno scopo. Poi riassumi tutte le lezioni imparate su un apposito quaderno. Quando avrai bisogno di spunti, strumenti, strategie, avrai tutto a portata di mano.

Vuoi allargare la tua attività? Bene, seconda lezione, fai la lista delle risorse intellettuali, strategiche e manageriali di cui hai bisogno, e cerca un altro faro, magari nascosto, non importa, anzi meglio, se la tira di meno: avanti tutta con il dialogo, le domande, mail, appunti, tutto quello che può servirti allo scopo.

Con poche risorse, forse anche gratis, riuscirai, in questo modo, a tirar su una professionalità e una stazza umana, caratteriale e strategica di tutto rispetto.

Questi sono consigli che andrebbero pagati a peso d’oro, perché, messi in pratica, cambiano la vita.

Anni fa, sono diventato, a Roma, un consulente strategico a tutto campo, con due-tre aree di specializzazione, tra un caffè e una cena con amici iper-qualificati, per periodi prolungati: infinitamente meglio di dieci master, infinitamente meno costoso e infinitamente meno palloso.

Ecco il modellamento “de noantri”, che funziona molto (anzi, moltissimo) e costa poco: sei ancora qui oppure stai già chattando con l’amico manager di tuo padre, quello che…sì? Ok, inizia tutto così, dalla più piccola azione. Poi chi è fedele nel poco, prospererà nel molto. Il copyright non è mio, ma l’elaborazione sì.

E’ finita qui? No, intanto che pensi al numero da chiamare, potresti dare un’occhiata a questo video:

Come sempre, aspetto i tuoi commenti e ti invito ad iscriverti alla newsletter ed al nostro canale Youtube, due super-laboratori di modellamento per l’apprendimento e la crescita personale.

 

Lascia un commento

Contatti

Raffaele Iannuzzi, autore
raffaele-iannuzzi@praticamente-pensando.it

Marco Del Fa
marco-admin@praticamente-pensando.it

Praticamente Pensando