Praticamente Pensando - Filosofia in azione
Le strategie filosofiche che ti insegnano a pensare,
agire e a disegnare la vita che desideri

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Partire dopo per arrivare prima: il Viaggio e dintorni

 

In principio era il Viaggio

 

La vita è un viaggio e sovente questa verità viene fraintesa.

L’uomo inizia il suo percorso proprio come un per-corso, ossia come un attraversamento della realtà. La storia, in fondo, è il cammino dell’uomo che, costretto ad attraversare innumerevoli difficoltà, cresce, supera se stesso e diventa più grande.

Ogni passo è un passaggio verso un “oltre” che attende di essere scoperto. E’ la curiosità a guidare l’uomo ed essere curioso, etimo alla mano, significa prendersi cura della realtà.

La curiosità è la dimensione individuale del prendersi cura della realtà che ci troviamo ad attraversare, a setacciare ed indagare. 

Godersi il viaggio è fondamentale. Anzi, tanto più ci godiamo il viaggio, tanto più scopriamo angoli della realtà che, fino a quel momento, ci erano ignoti.

Il Salmo 83 descrive plasticamente questa realtà:

“Cresce lungo il cammino il suo vigore” (v.8).

 

Diventare chi dobbiamo diventare

 

Il cammino della vita è sempre lungo. Perché la vita è lunga e piena di chances.

Un sociologo come Ralf Dahrendorf definiva “chances di vita” quel nucleo di opportunità legato al rischio individuale e sociale: ogni chances è un rischio.

La via per affrontare questo impasto agrodolce ma di salutare effetto si chiama libertà. La quale deve essere educata e ciò richiede fantasia, immaginazione e desiderio di reinventarsi: sono le parole-chiave della nostra filosofia in azione.

Dunque, la “via della seta” della vita conduce alla tensione permanente tra il già e il non ancora. Tra ciò che oggi sono ed ho tra le mani e ciò che devo diventare ed ottenere. Quest’ultimo passo è il futuro possibile, che inizia nel qui e ora.

Lo scopo del viaggio, ultimamente, non è acciuffare un brandello di felicità a buon mercato, una sghemba luce artificiale, che domani svanirà.

Il viaggio è un lavoro continuo, incessante, tanto affascinante quanto periglioso. Ma la cosiddetta “zona di comfort” è peggio, te lo assicuro.

Sia perché è in realtà puro dis-comfort, in quanto ci stai dentro come l’acqua stagnante nella fessura del fiume semiprosciugato e l’acqua stagnante imputridisce.

Sia perché vivere così significa assaporare, come un narcotico senza scadenza, quella “quieta disperazione” (Thoreau), che lentamente uccide ogni seme di riscossa presente in noi.

Viaggiare significa diventare chi dobbiamo diventare per realizzare lo scopo che ci rende esattamente chi siamo. L’unicità non è un tratto acquisito una volta per tutte e preziosamente conservato in natura, ma è una conquista e un processo: si è unici schierandosi radicalmente per qualcosa di unico che, in noi, deve fiorire e nascere, forse risorgere.

 

Ci siamo! Partire dopo per arrivare prima

 

Tutto, nel quotidiano, è educazione al viaggio, alla vita ed al vivere autentico, altra vacca sacra della cosiddetta “crescita personale” che, in sé, vale quanto gli altri cliché: zero.

La parola “autenticità” deriva dalla stessa radice di “autorità”: è “autentico” ciò che è “autorevole”, ossia ha un autore certo, riconoscibile.

Essere autentici, quindi, equivale ad essere innanzitutto autorevoli e questo è un dono che va conquistato attraverso l’educazione, l’autoformazione (Romano Guardini), il confronto con i grandi del passato e del presente, lo studio, la sperimentazione, il lavoro duro e orientato ad uno scopo. 

La preparazione, insomma, è tutto. Ecco il significato del titolo lievemente criptico di questo articolo: partire dopo per arrivare prima.

Partire dopo significa prendere tempo, usare tutto il tempo necessario per avere gli strumenti, i significati e la direzione di marcia. Solo così si arriverà prima.

Perché i passi successivi alla preparazione saranno lievi, agili e veloci, orientati da un lavoro preliminare degno di questo nome.

 

 

 

Lascia un commento

Condividi i nostri contenuti su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su tumblr
Tumblr
Condividi su skype
Skype
Praticamente Pensando